mail unicampaniaunicampania webcerca

    Corso di Laurea in Tecniche della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro

     

    Durata: 3 anni

    Classe: L/SNT4 - Professioni sanitarie della prevenzione

    Dipartimento: Medicina Sperimentale

    Sede: NAPOLI

    Tipo di accesso: numero programmato nazionale


    Bando di ammissione al corso, modalità di immatricolazione e altre info

    Piano degli studi

    Orario lezioni

    Attività Didattiche Elettive

    Calendario esami

    Il laureato in Tecniche della Prevenzione nell'Ambiente e nei Luoghi di Lavoro, ai sensi dell'articolo 6, comma 3 del Decreto Legislativo 30 dicembre 1992 n° 502 e successive modificazioni ed integrazioni, ai sensi della Legge 26 febbraio 1999 n° 42 ed ai sensi della Legge 10 agosto 2000 n° 251, è un professionista sanitario impegnato nella promozione e tutela della salute pubblica e svolge con autonomia tecnico-professionale e sotto la propria responsabilità tutte le attività di prevenzione, verifica e controllo in materia di igiene e sicurezza ambientale nei luoghi di vita e di lavoro, di igiene degli alimenti e delle bevande, di igiene e sanità pubblica e veterinaria e di igiene e protezione ambientale in esecuzione a quanto stabilito dal relativo Decreto Ministeriale 17 gennaio 1997 n° 58 istituente la figura ed il relativo profilo professionale.
    Il piano didattico formativo è definito dal Decreto Interministeriale del 2 Aprile 2001 ”Determinazione delle classi delle lauree universitarie delle professioni sanitarie” che oltre a determinare le quattro classi di laurea ha determinato precise indicazioni per ciascuna classe.

    profilo

    Tecnico della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro

    sbocchi professionali
    I laureati potranno trovare i seguenti sbocchi occupazionali:
    •presso enti pubblici (Strutture del SSN, Dipartimenti di Sanità Pubblica, Agenzie Regionali per la Prevenzione e l’Ambiente, Servizi di prevenzione e protezione delle aziende, etc.) con compiti di prevenzione oltre che ispettivi e di vigilanza, nei servizi deputati al controllo e alla prevenzione, nei servizi per la formazione del personale e nei servizi di prevenzione e protezione;
    nelle strutture private in tutti i Servizi di prevenzione e protezione in industrie alimentari e altre aziende di ogni settore produttivo come dipendenti o consulenti, potranno svolgere con autonomia tecnico professionale attività di programmazione e di organizzazione del lavoro, in riferimento alle condizioni di igiene e sicurezza dei lavoratori; in collaborazione con il servizio di prevenzione e protezione concorrono all'individuazione degli interventi atti a garantire la sicurezza dei lavoratori e la difesa ambientale. Collaboreranno altresì con le imprese all'analisi dei rischi in azienda e nella redazione di documenti di valutazione dei rischi (per la sicurezza del lavoro, per la sicurezza alimentare e la sicurezza ambientale); eseguiranno indagini ambientali per il monitoraggio delle condizioni di salubrità dei luoghi di vita e di lavoro.

     

    facebook logogoogle plus logo buttonyoutube logotype